NEWS

News

Borin International Coastal Rowing – 1st edition

Approda per la prima volta nella storia centenaria del canottaggio triestino il Coastal Rowing, disciplina remiera su imbarcazioni di chiaro stampo velico, grazie alla Ginnastica Triestina Nautica che organizzava la I edizione del Borin International Coastal Rowing 2018, che vedeva la partecipazione sulle acque giuliane di oltre un centinaio di atleti italiani e stranieri. Atleti da diverse città italiane, ma anche da Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Austria ed Ungheria davano adesione all’evento previsto per sabato mattina, ma che causa le condizioni meteo marine avverse, veniva spostato con successo a domenica.

Un percorso a bastone con partenza dal Molo Audace, giro di boa a Barcola all’altezza della canottieri Nettuno, per una lunghezza di circa 7 km impegnava i tre gruppi suddivisi per categorie e per tipi di imbarcazioni. Nel primo a far la parte del leone il “Dream Team” del Saturnia, con il 4 di coppia con timoniere che imbarcava Mansutti, Ferrarese, Parma e Duchich, al timone Herlinger, atleti di fama internazionale, che sin dalla partenza facevano il vuoto dietro a sé, transitando in prima boa nettamente in testa, mentre alle loro spalle si scatenava la bagarre per le posizioni di rincalzo, con i biancocelesti Panteca e Starz a lottare per la vittoria di categoria. Sul traguardo la barca del Saturnia passava nettamente in testa, facendo registrare con 28′27” il miglior crono della manifestazione, mentre tra i due singolisti era Starz, che seppur di pochissimo (17”), aveva la meglio sul compagno di squadra. Nel I gruppo vittorie di categoria di Starz (SGT) nel singolo, Durmic/Pleschiutschnig (Villach) nel doppio over 55 e Zemolin/Bivi (Lignano) in quello 43-55, Ruille/Makovec (Jersey/SGT) nel doppio mix 43-55 e Millo/Nespolo (SGT) in quello over 55, Maltese/Magrini/Talotti/Merson/tim: Pugliatti (SGT) nel 4 di coppia mix 43-55 e Pesel/Delfino/Tedeschi/Rigo/tim: Milos (SGT) in quello over 55.

Nel secondo gruppo cambiava il vento, che increspava il percorso con un discreto moto ondoso, ed era il doppio femminile della Ginnastica, con a bordo la Cozzarini, Campionessa Italiana in singolo, assieme alla Visintin, a prendere con decisione la testa della gara, inseguite a distanza dal secondo doppio femminile, quello della Trieste di Bartolovich e Marcon, e dal 4 di coppia master femminile della Canottieri Padova di Cavazzana, Dus, Acquistapace, Rossi, tim: Patrignani. Un discreto vento contrario sul lato del ritorno non impensieriva le due battistrada della Ginnastica, che si presentavano in testa sul traguardo, seguite dalle padovane (vincitrici di categoria), terze le ragazze della Trieste. Erano vincitori di categoria del II gruppo: nel singolo master maschile Gitsas (Ister) tra gli under 43, Pareschi (Villamarzana) negli over 55, Ruille (Jersey) nei 43-55, nel doppio master femminile Stuby/Kiesel (Erster) trea le under 43, Sandrin/Battain (SGT) nelle 43-55, nel 4 di coppia femminile master Stradi/Tomasini/Battaggia/Miani/tim: Crasso (Adria) nelle over 55, Cavazzana/Dus/Acquistapace/Rossi/tim: Patrignani (Padova) per le under 43 e Rismondo/Bartole/Giobbi/Grion/tim: D’Amore (SGT) nelle 43-55.

Nel terzo gruppo, quello dal confronto più avvincente, protagonisti i due doppi al maschile di Panteca e Huja (SGT/Slavia Praga) e Milos e Donat (SGT). Sin dallo start erano chiare le intenzioni delle due formazioni, con Milos e Donat che prendevano un lievissimo vantaggio sugli avversari più diretti, che rimanevano sempre a stretto contatto. Passavano in prima e seconda boa in testa i due biancocelesti, con Panteca e Huja sempre alle calcagna. Era decisivo l’ultimo tratto del percorso, con il vento che nel frattempo si era calmato, e la formazione mista che passava al contrattacco superando dapprima di pochissimo i due atleti della Ginnastica, poi nel serrate finale Panteca e Huja, dopo 7 km di percorso, avevano la meglio di soli 9” sui due avversari più diretti. Nel terzo gruppo vittoria di categoria nel doppio misto di Starz/Visintin (SGT), nel 4 di coppia maschile master di Bonini/Iagodnich/Fragiacomo/Mosetti/tim: Bolognini (SGT) tra i 43-55, Predonzani/Mocnik/Dell’Aquila/Riva/tim: Battaggia (Adria) negli over 55 e Longo/Druscovich/Talotti/Viola/tim: Tossi (SGT) tra gli under 43.

Una manifestazione interessante sotto tutti i profili, la Borin Coastal Rowing, che dava l’appuntamento ai partecipanti alla seconda edizione prevista per luglio 2019.

SPECIAL ROWING
Parallelamente all’Inernational Borin Coastal Rowing svolto in acqua si sono disputate le gare al remoergometro di giovani atleti della società STC Adria Canottieri 1877.
A causa delle iniziali condizioni meteo avverse la competizione ha avuto luogo nel salone interno: le gare, dibattute presso la sede della società dal gruppo degli Special Olympics, sono state particolarmente
avvincenti: gli atleti si sono sfidati in gare di un minuto, due minuti e staffetta a tre.
Gli atleti sapientemente incitati e supportati dall’allenatrice Luciana Sardo, sono stati premiati per le singole categorie, hanno partecipato: Matteo Riosa, Filippo Monticolo, Valentina Cepak, Giorgia Tomizza, Vincenzo Trotta, Daniel Sedmak, Francesco Peloso, Mattia Sulini e Sebastian Stuparich.

Come sottolineato dalla socia Elena Battagia durante il discorso nella cerimonia di apertura: questi ragazzi sono veramente speciali; la vittoria non è rappresentata esclusivamente dalla medaglia, ma dal quotidiano superamento dai propri limiti.
E questa è una grande lezione di vita, che tutti gli Atleti – quelli con la A maiuscola – portano avanti.

Per scaricare le foto relative all’evento degli Special Rowing:https://www.sgtnautica.it/foto-borin-special-rowing-2018/

News

AVVISO IMPORTANTE COPPA DI NATALE

A tutti gli iscritti alla Coppa di Natale:
Termine ultimo per iscrizioni/variazioni equipaggi oggi (12/12) alle 24.00

Ricordiamo che NON ci saranno barche da coastal a disposizione: gli equipaggi che erano precedentemente stati iscritti su barche da coastal vanno trasformati in Jole 4, doppi canoini o ritirati

Grazie a tutti per la collaborazione !

News

Campionato Italiano di Fondo

Si è svolto domenica 25 novembre a San Giorgio di Nogaro uno degli ultimissimi appuntamenti tricolori del 2018 – il sipario sulla stagione calerà domenica 16 dicembre a Chianciano Terme con i Campionati Italiani Indoor Rowing. Presenti sul campo molti big del remo azzurro, contraddistintisi in campo internazionale anche quest’anno. 

Una nuova opportunità di confronto a cui i nostri biancocelesti non hanno voluto rinunciare, nonostante le scarsissime uscite in barca olimpica dell’ultimo periodo dovute alle condizioni meteo non sempre favorevoli.

TRICOLORI MASTER

Ben tre i 4x in acqua con i colori della SGT nautica: per la classe 43 – 54  un armo femminile ed uno maschile, che tagliano il traguardo al 4° e al 5° posto della relativa categoria; inoltre un equipaggio maschile nella categoria over 54, che si accaparra la medaglia di bronzo.

Risultati Tricolori Master

BRONZO: (4x master over 54 m) Cascone Giorgio, Druscovich Andrea, Sparpaglione Marco, Cozzarini Giovanni

4° posto: (4x master 43-54 f) Rismondo Cristiana, Bartole Fulvia, Grion Marina, Lettig Francesca (misto Nettuno) 

5° posto: (4x master 43-54 m) Iagodnich Mauro (misto Ravalico), Millo Alberto, Bonini Marco, Fragiacomo Maurizio

CAMPIONATO ITALIANO DI FONDO 1x e 2-

Cinque gli equipaggi in gara nelle gare di campionato.

Ad aprire le danze l’inedito 2- senior a maschile di Sebastiano Rosario Panteca ed Andrea Starz, che con sole 3 uscite all’attivo dimostra di avere una bella base su cui lavorare. Il feeling tra i due fa si che la gara sia un continuo crescere in frequenza, che li porta a chiudere con un buon quarto posto, in una regata dominata dai campioni del mondo del Saturnia (Sfiligoi-Morganti), con Gavirate e Ferrara a completare il podio.

Quinta posizione per Pietro Milos nel 1x senior maschile; gara vinta dall’alfiere del Padova (ma Triestino di nascita) Martini, azzurro ai mondiali assoluti 2018.

E’ quindi la volta delle quote rosa che scendono in acqua con tre singoli nel terzo ed ultimo gruppo.

Tre le campionesse del mondo 2018 in gara nel 1x Pesi Leggeri femminile, che vanno a ‘saturare’ il podio. Medaglia di legno per Annalisa Cozzarini che, piazzandosi a 13″ dalla Padovana Maregotto su una gara di 28′, conferma comunque un buono stato di forma. Nella stessa gara 8° posto per Martina Giraldi.

E’ quindi la volta di Greta Perselli; la nostra Esordiente fisicamente molto forte, che ha pagato sicuramente quest’anno la poca sicurezza in barca, riesce finalmente a togliersi la soddisfazione di salire sul podio ai campionati italiani, portando a casa la medaglia di bronzo.

Risultati Campionato italiano di fondo

BRONZO: (1x Esordienti f) Greta Perselli

4° posto: (2- senior m) Sebastiano Rosario Panteca ed Andrea Starz; (1x PL f) Annalisa Cozzarini

5° posto: (1x senior m) Pietro Milos 

8° posto: (1x PL f) Martina Giraldi

  

News

Super Caldieron 2018

Va alla Ginnastica Triestina il “Caldieron dei Caldieroni”, gara riservata agli equipaggi vincitori dei rispettivi “Caldieron” societari. Appuntamento alle 10:00 di domenica 18 novembre, per il via che avrebbe dovuto vedere ai 1.000 metri sul campo di Barcola le 7 yole a 4 in lizza, con partenza dalla spiaggetta dei Topolini (ex Dazio) ed arrivo al porticciolo di Barcola.

Il forte vento da est-nord-est di domenica mattina faceva in modo da far decidere all’organizzazione, quest’anno in mano alla Pullino, coordinata dal Giudice Arbitro internazionale Luca Zacchigna, di rinunciare alla prova in barca, optando per quella indoor sui remoergometri. Si trasferivano quindi nella sede nautica di via Battisti a Muggia 4 delle 7 rappresentative, che nella palestra della Pullino si confrontavano sui 500 metri. Meglio di tutti faceva la squadra della Ginnastica Triestina (Cascone, Depiera, Starz, Bonini) in 6′04”6, secondo posto per i padroni di casa della Pullino (Drago, Priore, Castiglione, Stadari, Carboni) in 6′08”5, terzo il Circolo Marina Mercantile “Nazario Sauro” (Panteca, Dean, Luciani, Bertoncin, Bembich) 6′44”3, al quarto posto la Nettuno (Di Biagio, Sergi, Decleva, Hrovatin) 6′54”4.

Alla fine, premiazioni del Presidente della Pullino Fabio Vascotto e pastasciutta per tutti.

Stampa

BASELHEAD 2018

BASILEA (SVIZZERA) – 17 novembre 2018

Il 17 novembre 2018, si è svolta sul Reno la 9° edizione della BaselHead. 100 equipaggi al via in formazioni da 8 vogatori provenienti da tutta Europa. Percorso ad inseguimento di 6,4 chilometri nel pieno centro di Basilea, con giro di boa a metà percorso.

La Ginnastica Triestina, con Rosario Sebastiano Panteca, è stata invitata a contendersi la “Mirabaud Classic” su un equipaggio targato interamente Repubblica Ceca.

Partenza fortissima per l’equipaggio Ceco/Italiano che imposta subito una traiettoria impeccabile e sfrutta le forti correnti caratterizzanti il percorso gara. In prossimità del giro di boa raggiunge l’equipaggio partito 30 secondi prima. Innumerevoli i tentativi di sorpasso che venivano continuamente ostacolati e vanificati da una direzione del timoniere avversario poco sportiva. Arrivati al giro di boa sono costretti addirittura a fermare la corsa della barca per evitare la collisione e regalano una manciata di secondi ai diretti inseguitori. Ripartono con tutte le energie e impostano un passo deciso con il quale sorpassano l’equipaggio tedesco che fino a quel momento gli ostacolava e si regalano un finale di gara con un bel serrate che li porta a sorpassare un altro equipaggio e chiudere la gara, nella classe “senior elité”, al 22° posto.

Le parole di Panteca al termine della gara: “Bellissima esperienza soprattutto per essermi trovato a gareggiare con un equipaggio totalmente straniero e con una forma mentis diversa da ciò che siamo abituati. Dopo quasi 15 anni di agonismo devo dire che questa avventura mi ha fatto crescere ancora. Il dover pianificare una strategia in un’altra lingua o il sottostare a ordini quasi incomprensibili nella concitazione della regata, mi ha evidenziato un aspetto bellissimo che mi fa amare ancora di più questo sport.
L’unica comunicazione su cui non abbiamo avuto esitazione e ci ha fatto capire da subito, è avvenuta nel momento in cui abbiamo impugnato il nostro remo. In quel momento mi sono sentito sicuro di quello che facevo, solo in quel momento abbiamo parlato la stessa lingua…. il canottaggio.”

News

Caldieron Sociale

Dopo essere stato rimandato per condizioni avverse, domenica 11 Novembre ha finalmente avuto luogo sul lungomare di barcola il “Caldieron” della SGT nautica.

Perché amiamo il “Caldieron”

Il Caldieron Sociale è da sempre non solo una giornata di festa, che si conclude con un festoso pranzo offerto a tutti gli equipaggi, ma anche un’occasione di incontro e crescita. La regata si svolge su yole a 4 con timoniere e gli equipaggi vengono sorteggiati – storicamente con bigliettini estratti da un pentolone di rame (in triestino appunto “Caldieron”) – fra tutti i membri appartenenti al circolo. Si trovano così a gareggiare assieme dovendo ‘amalgamare’ lo stile, la strategia ed il “limite di sopportazione” (si pensi ad esempio al diverso numero di colpi) donne e uomini, adolescenti e veterani, agonisti e novizi.

L’aleatoreità nella composizione degli equipaggi fa si possa succedere di tutto: l’atleta purimedagliato battuto dall’amico che ha da poco preso i remi in mano..e via a pagare pegno in cibo e birra!

Al termine delle premiazioni, consistenti – oltre che in medaglie – in viveri da “barattare”, ci si siede a tavola con il proprio equipaggio; si ha quindi l’occasione di conversare e conoscere meglio la storia atletica e non di persone che magari si incontrano e si salutano ogni mattina, ma con cui non si aveva avuto l’occasione di scambiare qualche parola in più.

Vi diranno che l’importante è divertirsi, ma non credeteci..tutti i canottieri triestini definiscono il Caldieron Sociale “la gara dell’anno”, un appuntamento irrinunciabile ! Sostituzioni dubbie dell’ultimo minuto, la classica partenza alla “A” dell’attenzione..perché chiunque salga in barca vuole portare il suo equipaggio alla vittoria, che consentirà l’accesso al “Caldieron dei Caldieroni”: la gara delle gare, dove i ‘campioni sociali’ dei club remieri del nord est si sfidano fra loro.

Caldieron SGTn 2018 – Risultati

ORO: BONINI MARCO, FRATINO FABIO; MERSON MARINA; DEPIERA DENIS; TIM. SALCI ATTILA 

ARGENTO: FANTACCI FABIANA; LONGO PAOLO; PANTECA SEBA; TIOLI FRANCESCO; TIM.DERIN PAOLO

BRONZO: COZZARINI GIOVANNI; BARTOLE FULVIA ;  MAKOVEC LAURA ; CASCONE GIORGIO; TIM. BOLOGNINI RENATA

4° POSTO: PERSELLI GRETA; COZZARINI ANNALISA; LIMONCIN SERGIO; BONANNI ERICA; TIM. MALTESE FRANCO

5° POSTO: CHIURLOTTO MATTIA; GRION MARINA; WEIS ROBERTO; STARZ ANDREA ; TIM. SERI SANDRO 

6° POSTO: FANELLI LUCIA;SOFIANOPULO GIOVANNI ; RISMONDO CRISTIANA; VIOLA DANIELE ; TIM. ROSSO PAOLO 

7° POSTO: PRATO STEFANO; TOSSI ANNA; DRUSCOVICH ANDREA; CEOLONI ROBERTA; TIM. STOK MARTINA

Si ringraziano oltre ai partecipanti, tutti gli organizzatori e i collaboratori – nonché i cuochi – che hanno reso questa giornata meravigliosa !

 

News

Galeotto fu il canotto! Laura e Claudio novelli sposi

Galeotto fu il canotto? Sembra proprio di sì!

La nostra bellissima Laura D’Amore è convolata a nozze con il biancoblu Claudio Pregara: fiori d’arancio in Piazza Unità il 29 ottobre e stelle marine in barca domenica 4 novembre. Festeggiati a son di risi e di remi dagli amici, in particolar modo dalle “mule” della Ginnastica è stata organizzata una yole a 8 per traghettare la sposa dal pontile della SGTn a quella dell’Adria.

 

Atleti

Campionato Mondiale di Coastal Rowing – SGTn sul TETTO…

Grandioso risultato a opera del doppio femminile di Federica Molinaro e Eleonora Denich, le due ragazze di Coach Ciriello sono salite sul tetto del mondo nel 2x coastal a Sidney Victoria (Canada).

Ma seguiamo passo passo le vicende dei biancocelesti oltreoceano:

Dopo i brillanti risultati di Mondello (PA) ai Campionati Italiani di “canottaggio costiero”, 4 dei nostri atleti sono volati in Canada, costa occidentale, (Victoria):

  •  doppio femminile – Eleonora Denich e Federica Molinaro
  • singolo femminile – Annalisa Cozzarini
  • singolo maschile – Sebastiano Rosario Panteca
  • il doppio misto (nuova specialità) con Annalisa Cozzarini e Sebastiano Panteca

Seguono i commenti alle gare scaricati dal sito Federale

Giovedì 11/10/18 – batteria doppio mix

Annalisa e Sebastiano si qualificano per la finale nel doppio mix, nonostante una penalizzazione (1 minuto) dovuta ad uno scontro sul secondo lato con la Danimarca, che li ha fatti retrocedere dopo aver tagliato il traguardo in 3° posizione nella 6°.

Venerdì 12/10/18 – altre batterie

DOPPIO FEMMINILE 
Prima Batteria (i primi otto in finale A, gli altri in Finale B): in gara ci sono Eleonora Denich e Federica Molinaro (Ginnastica Triestina), sostenute in partenza da Annalisa Cozzarini e Rosario Panteca, che si producono in un ottimo avvio seguito alla pari dall’equipaggio francese. Le schermaglie tra italiane e transalpine proseguono anche dopo il primo giro con la coppia della Ginnastica Triestina molto attenta ai vari giri di boa a non entrare mai in collisione con le arrembanti avversarie per evitare pericolosi incidenti. Una conduzione di gara che nella seconda parte gli ha permesso di sferrare l’attacco. L’ultima parte di gara le ha viste vincere la resistenza delle coriacee francesi ed aggiudicarsi la batteria con 50 metri di vantaggio, guadagnando così l’accesso alla finalissima.

SINGOLO FEMMINILE 
Prima Batteria (i primi otto in finale A, gli altri in Finale B): al via Annalisa Cozzarini (Ginnastica Triestina), aiutata in partenza dal compagno di barca del doppio misto Rosario Panteca, scatta bene e si piazza nelle prime posizioni insieme alla singolista olandese ed all’Ucraina. Nel lungo rettilineo dalla partenza al primo giro di boa, è sempre nelle posizioni di testa l’Italia a stretto contatto con l’Olanda e l‘Ucraina e a inseguire sono tutte le altre concorrenti. Al giro di boa l’Italia entra in contatto con la Francia e a causa della collisione viene sopravanzata dalle avversarie, che guadagnano un po’ di vantaggio sulla barca italiana. Sul lungo rettilineo a metà gara emerge la campionessa in carica Diana Dymchenko che si mette al comando seguita dall’Olanda e dalla Francia, mentre Annalisa Cozzarini insegue senza forzare troppo mantenendosi sempre tra le posizioni valide per il passaggio del turno. Sul traguardo le posizioni non mutano con la vittoria che va all’Ucraina e l’Italia che si classifica al quarto posto, accedendo alla finale A. 

SINGOLO MASCHILE 
Prima Batteria (i primi cinque + il migliore sesto in finale A, dal sesto al decimo + i due migliori undicesimi in Finale B, gli altri eliminati): partono bene tutti gli italiani, con Simone Martini (SC Padova) un po’ più avvantaggiato essendo partito in una corsia centrale, quindi con meno strada da percorrere per arrivare al giro di boa, ma anche Rosario Panteca (SC Ginnastica Triestina) e Federico Garibaldi (SC Elpis) si muovono tranquillamente in direzione del passaggio della prima boa. Al primo giro di boa Simone Martini, campione del mondo in carica, è primo anche se ha girato molto largo per togliersi dalla bagarre degli altri concorrenti che devono stringersi per passare correttamente la boa. Allunga Martini sul lungo rettilineo verso la seconda boa seguito da Garibaldi in seconda posizione. Situazione immutata anche al terzo giro di boa, con i due italiani saldamente nelle prime due posizioni. Sul rettifilo conclusivo Simone Martini finisce la gara in scioltezza con un buon margine di 40 secondi su Garibaldi, secondo, mentre l’altro armo italiano, di Rosario Panteca conclude al sesto posto.

Con il miglior sesto tempo delle tre batterie di qualificazione, conquista la finale A nel singolo maschile.

I nostri ragazzi portano quindi la SGTn a conquistare ben 4 finali A mondiali !!

Sabato 13/10/18 – Finali A

 

DOPPIO FEMMINILE – ORO

L'immagine può contenere: una o più persone, bambino, oceano, spazio all'aperto, acqua e naturaPartenza ottima per l’equipaggio della Ginnastica Triestina che si lancia subito all’attacco con determinazione insieme alla Francia 1 che prende un lieve vantaggio sulla barca di Eleonora Denich e Federica Molinaro, inseguita a sua volta a breve distacco da Francia 2. Il terzetto imprime subito un ritmo elevato alla gara e prende un certo margine su tutti gli altri concorrenti che faticano a tenere il passo delle battistrada. Al primo giro di boa si scontrano i due equipaggi francesi che devono fermarsi e poi riprendere velocità, permettendo così alle italiane di guadagnare un importante vantaggio sulle transalpine. Molto bella l’azione della barca della Ginnastica Triestina ora inseguita da Germania 2 che ha sopravanzato le due barche francesi. Al secondo giro di boa sempre in controllo Denich e Molinaro, che conducono con autorevolezza la gara, mentre alle loro spalle Francia 2 cerca di recuperare il gap dalla barca italiana, seguita da Francia 1 in terza posizione che pare rimontare sulle connazionali. Dopo 20 minuti di gara sono sempre Eleonora e Federica a guidare, anche se continuano a essere molto vicine le due imbarcazioni transalpine e la Germania. All’ultimo giro di boa,a 500 metri dal traguardo, è ancora buono il vantaggio dell’Italia sulle inseguitrici che però non mollano e continuano ad attaccare per metter sotto pressione Eleonora e Federica, che però non si fanno prendere dall’ansia e proseguono imperterrite con il loro ritmo e fiaccano tutte le velleità delle avversarie. Bellissimo il finale di gara delle due ragazze triestine che, tra gli applausi del pubblico, taglia il traguardo nettamente in prima posizione, vincendo il titolo iridato nel doppio femminile davanti a Francia 2 e Francia 1, finite nell’ordine. Bravissime! 

LA SGTN SUL TETTO DEL MONDO CON FEDERICA MOLINARO ED ELEONORA DENICH !

SINGOLO FEMMINILE – 6° POSTO

L'immagine può contenere: una o più persone, oceano, cielo, spazio all'aperto, acqua e naturaDalla corsia 12 Annalisa Cozzarini (Ginnastica Triestina) parte subito con decisione per assicurarsi la miglior posizione possibile in vista della bagarre del primo giro di boa, mentre davanti è velocissima Olanda01, ma Annalisa non molla un colpo e resta attaccata all’avversaria. All’avvicinarsi al primo giro di boa, emerge la campionessa in carica Diana Dymchenko (Ucraina) che sopravanza l’Olanda, mentre Annalisa resta nel gruppo delle prime in sesta posizione, subito dietro alle due imbarcazioni francesi. Notevole la prova dell’Ucraina che aumenta il vantaggio sull’olandese che rimane saldamente in seconda posizione, con la Cozzarini sempre sesta ma vicina a Francia01, quinta. Le posizioni restano sostanzialmente immutate anche nelle frazioni successive tranne che per la bella rimonta della Francia02 con Jessica Berra che risale progressivamente di posizioni e supera l’Olanda per la seconda piazza. Molto rilassata l’azione dell’ucraina che non sembra nemmeno forzare troppo, ma mantiene un ritmo irresistibile per le avversarie, mentre alle sue spalle si scatena la lotta per le posizioni da podio con l’Olanda che gira le due boe arancioni qualche secondo davanti alla Francia02 e alla Francia01, mentre più staccata segue la Svezia inseguita da Annalisa Cozzarini, sesta. Sul traguardo conclude netta vincitrice Diana Dymchenko, che bissa il titolo dello scorso anno, mentre per il secondo posto la spunta l’Olanda davanti a Francia02, con l’Italia che termina al sesto posto con una prova sicuramente positiva e generosa. 

SINGOLO MASCHILE- 13° POSTO

L'immagine può contenere: 2 persone, tra cui Sebastiano Panteca, persone che sorridono, persone in piedi, cielo, pantaloncini e spazio all'apertoPartono veloci i tre equipaggi italiani di Simone Martini (SC Padova), Rosario Panteca (SC Ginnastica Triestina) e Federico Garibaldi (SC Elpis), che scattano in avanti e si piazzano nel gruppo che corre verso il primo giro di boa.  

A tenere la testa della gara è invece il Perù che la mantiene fino alla fine, mentre Simone Martini comunque riesce a tenere il terzo posto dopo aver speso tutte le energie che aveva, e chiude alle spalle del Perù, primo, e di Germania02, seconda. Rosario Panteca si classifica al 13° posto.

 

DOPPIO MISTO
L'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute, oceano, spazio all'aperto, acqua e natura

Dopo il groviglio della partenza, e la scivolata dal carrello da parte di Panteca, la barca italiana rimane nelle prime posizioni. Annalisa Cozzarini e Rosario Panteca (Ginnastica Triestina) cercano di ricuperare il gap iniziale e impostano la loro gara in maniera da mantenere il contatto con il gruppo di testa. Tre gare nelle braccia però si fanno sentire e dopo il giro di boa perdono contatto con il gruppo di testa e chiudono al nono posto. Per i due atleti aver partecipato al mondiale in questa nuova disciplina è stato entusiasmante poiché tutta la gara è stato frutto di condivisione e sperimentazione. Bravi comunque per la finale e per questo nono posto.

 

News

La Rosa del Worth

Anche quattro Master della Ginnastica Triestina Nautica: Maurizio Fragiacomo, Fabio Fratino, Alberto Millo e l’inossidabile Giovanni Sofianopulo, tra i 273 singolisti (ragazzi, junior, senior e master) provenienti da 14 nazioni, che sabato 13 ottobre hanno gareggiato nella 19° edizione de:
#LaRosadelWorth, la “long distance race” sui 16 km a cronometro, da Velden a Klagenfurt, organizzata dalla V.K. Albatros.

 

Uncategorized

Trofeo della Laguna

Nuovo splendido risultato per la SGT al Trofeo della Laguna di Lignano riservato agli Under 14.
Prima Società classificata grazie al medagliere dei nostri “atletini”

  • Oro per Chiara
  • Argento per Nicolas
  • Bronzo per Stefan
  • Oro per Tommaso
  • Bronzo per Fabio
  • Argento per Giovanni
  • Oro per Sara
  • Argento per Niccolò
  • Bronzo per Giada